EMOZIONI: COME GESTIRLE

Sul rapporto tra controllo e emozioni, oltre quello che ho già detto, va notata un’altra cosa che forse non ci aspetteremmo. Non solo le emozioni “negative” ma anche quelle “positive” possono far diminuire il controllo.

Inoltre la diminuzione del controllo non ha nulla  a che fare con l’intensità dell’emozione. Potremmo pensare che la mancanza di emozioni (ammesso sia possibile) equivalga a un controllo completo, ma non è così.

Quel che conta è il rapporto col nostro stato d’animo. Se sono arrabbiato e urlo ma sono a mio agio col mio stato emotivo (per esempio se urliamo di proposito per “sfogarci”), posso avere un livello di controllo molto alto. Se poco prima di un esame sento un’ansia fortissima posso mantenere un controllo alto se considerò ciò come assolutamente normale, l’ansia forse non se ne andrà ma non prenderà il controllo su di me (e quindi non influirà negativamente sull’esito dell’esame).

Addirittura, come detto, possiamo usare le emozioni per aumentare il controllo, e più sono intense più sono adatte a questo scopo. L’ansia fortissima può farmi raggiungere un livello di controllo che senz’ansia non avrei mai raggiunto. Questo perché nel momento in cui non solo accetto ma imparo a sguazzare nelle mie emozioni e a divertirmi con esse tanto più quanto più sono intense, divento emotivamente inattaccabile.

Se sono semplicemente tranquillo, magari ho un buon controllo, ma posso perderlo da un momento all’altro se capita un imprevisto per esempio. Se mi trovo già in un turbinio di emozioni, che mi godo e mi assaporo, un imprevisto non potrà farmi più di tanto.

Con questo non intendo dire che bisogna per forza andare alla ricerca di emozioni forti, ma se queste capitano non è assolutamente un problema, qualsiasi sia l’emozione.

Per quanto riguarda le emozioni “positive” potremmo pensare che possono solo farci bene, in realtà non è necessariamente così. Anche con gli stati d’animo positivi possiamo non sentirci a nostro agio. Per esempio dobbiamo portare a termine un compito molto importante e ci capita qualcosa che ci riempie di gioia ma contemporaneamente ci distoglie dal nostro compito. Siamo felici ma allo stesso tempo non lo viviamo bene pensando a cosa comporta. E il controllo cala. Oppure ancora ci sentiamo felici ma pensiamo di non meritarci questa condizione.

Anche in questo caso possiamo imparare a viverci l’emozione a prescindere da tutto il resto. In questo modo torniamo in controllo e possiamo fare quello che vogliamo fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian