Un altro aspetto che può condizionare profondamente le nostre vite è la nostra capacità di connettere e comunicare con le altre persone (e più in generale con gli esseri viventi).

La connessione può essere definita come l’essere in grado di mettersi nei panni dell’altra persona, in un certo senso “diventare” l’altra persona, entrare in empatia e stabilire così un profondo canale comunicativo che può rendere l’interazione molto proficua e soddisfacente per entrambe le parti.

Capire le altre persone, le situazioni specifiche ed essere in grado di adattarsi (senza snaturarsi) può migliorare radicalmente le nostre giornate.

La parola chiave in questo caso è “emozione”. Le emozioni sono lo strumento più potente che abbiamo per creare (o distruggere) una connessione. Questo anche perché, come è stato scientificamente dimostrato, le emozioni sono contagiose. Se mi sento in un certo modo la persona di fronte a me tenderà a sentirsi in modo simile, e possiamo imparare a gestire le nostre emozioni e usarle quindi per connettere.

A meno di non decidere di vivere in isolamento, entriamo in relazione con gli altri per una parte importante del nostro tempo. Saper connettere è fondamentale e per questo è un aspetto basilare su cui pongo l’attenzione durante il coaching.

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian